Home > Blog > Risparmi e investimenti > Imprevisti? Niente paura, ti puoi assicurare!

Imprevisti? Niente paura, ti puoi assicurare!

I bisogni FISIOLOGICI come fame, sete, sonno, un riparo, sono quelli connessi alla sopravvivenza fisica dell’individuo. Sono i primi a dover essere soddisfatti a causa dell’istinto di autoconservazione. La nostra società occidentale garantisce oramai – nella quasi totalità dei casi – il soddisfacimento di questi bisogni primari.

I bisogni di SICUREZZA: protezione, tranquillità, prevedibilità, soppressione di preoccupazioni ed ansie, ecc. sono quelli che devono garantire all’individuo protezione e tranquillità.

L’esistenza di ognuno di noi è costellata da eventi non sempre prevedibili; eventi che possono riguardare
la nostra salute, la nostra attività lavorativa, le nostre proprietà.

Questi imprevisti possono minacciare la nostra quotidianità e mettere a rischio il mantenimento del tenore di vita che ci siamo faticosamente conquistati negli anni.

Sfortunatamente non possiamo evitare che tali imprevisti accadano, ma possiamo prevederne le conseguenze economiche – per noi e per le nostre famiglie – e porne adeguato rimedio, al fine di mantenere inalterato il nostro tenore di vita.

SALUTE

Se (ad esempio) un artigiano fosse costretto a chiudere il suo laboratorio per alcune settimane a seguito di un ricovero reso necessario dall’insorgere di una Malattia o di un Infortunio, avrebbe – per quei giorni – un mancato guadagno e, quindi, un danno economico per se e per la sua famiglia
Se lo stesso artigiano volesse fare delle indagini e poi ricoverarsi in una struttura privata (magari per affrettare i tempi), oltre al mancato guadagno, dovrebbe intaccare una parte dei risparmi faticosamente accantonati.
Se il decorso della malattia o dell’infortunio sfociasse in una grave Invalidità Permanente oppure avesse un esito letale, tale che l’artigiano non potesse più svolgere la propria attività – unica fonte di reddito – le ripercussioni economiche per se stesso e per l’intero suo nucleo familiare sarebbero gravissime.

Non sempre il nostro welfare riesce a sopperire a questi problemi; ciò vale in particolar modo per i lavoratori autonomi con partita IVA, ma anche per i lavoratori dipendenti (specie per gli imprevisti più gravi).
Soprattutto gli eventi originati per motivi NON LAVORATIVI sono quasi sempre scoperti da ogni forma di tutela pubblica.

A queste conseguenze si può porre rimedio attraverso la sottoscrizione di polizze assicurative personalizzabili sulla base delle esigenze specifiche di ogni persona – lavoratore autonomo, dipendente, libero professionista, casalinga, ecc – in ragione del proprio lavoro, del proprio nucleo familiare e del reddito.
Infatti LO SCOPO DI UNA POLIZZA ASSICURATIVA E’ QUELLO DI ELIMINARE, O QUANTOMENO ATTENUARE , LE CONSEGUENZE ECONOMICHE DI UN IMPREVISTO (INFORTUNIO o MALATTIA) CHE COLPISCA L’ASSICURATO RIDUCENDONE LA CAPACITA’ DI LAVORO E – DI CONSEGUENZA – DI REDDITO.

LAVORO

Nello svolgimento del nostro lavoro – specie autonomo, ma anche dipendente – ed anche nella nostra vita privata, i nostri comportamenti sono esposti a responsabilità civile e penale nei confronti degli altri.
Anche senza volerlo, potremmo essere costretti a risarcire un danno a terzi (anche se non causato da noi direttamente, ma da una persona della quale siamo responsabili per legge, come un nostro subalterno o un familiare a carico).
Nel lavoro autonomo inoltre, sono esposti a rischi di imprevisti anche i cosiddetti beni strumentali (studi professionali, capannoni, laboratori, negozi, arredi, merci, attrezzature varie) per i quali potrebbero essere state investite ingenti risorse economiche.
Immaginiamo episodi come incendi, allagamenti, fenomeni elettrici ed altri fenomeni naturali anche molto gravi (come i terremoti); tali eventualità, se non adeguatamente messe in preventivo, possono causare anche gravissime perdite economiche, che possono arrivare persino alla chiusura definitiva di un’attività.
In tutti questi casi una polizza su misura confezionata “ad hoc” può proteggere completamente a fronte di qualsivoglia imprevisto, garantendo un risarcimento proporzionale all’entità del danno, subito o causato a terzi.
Le più moderne polizze assicurative contemplano anche i “nuovi rischi” connessi alla contemporaneità dei nostri tempi, come – ad esempio – la perdita di dati informatici a seguito di guasti o attacchi esterni.

PROPRIETA’

Quando si pensa alla proprietà si pensa in particolar modo alla CASA.
L’Italia è la nazione del mondo con il maggior numero di abitazioni di proprietà; l’acquisto dell’abitazione per sé e per i propri figli è un vero e proprio “MUST” per ogni Italiano che si rispetti.
Eppure le statistiche dell’ANIA ci dicono che meno di 4 abitazioni ogni 100 sono assicurate e di queste circa il 90% non presenti alcuna estensione assicurativa alle calamità naturali, pur risultando che il 75% di queste si trovino nei territori più esposti alle alluvioni o ad eventi sismici.
Crediamo che la ragione di ciò risieda nella scarsa conoscenza delle polizze assicurative sulle abitazioni, e nella convinzione (completamente errata) che una polizza abitazione che contempli anche i fenomeni naturali possa essere molto cara.
In Italia il costo medio di un abbonamento PAY TV (Calcio serie A + B + CHAMPIONS LEAGUE) è di 45 Euro al mese. I servizi TV di streaming a pagamento in Italia sono – a Gennaio 2021 – circa 6,4 Milioni.
Questo per dire che in Italia abbiamo più abbonamenti PAY TV che abitazioni assicurate!!
Eppure assicurare un’abitazione costa mediamente molto meno che sottoscrivere un abbonamento PAY TV!!!
Riteniamo che sottoporsi ad anni di sacrifici per acquistare un’abitazione e poi non proteggerla, per risparmiare una spesa media di una tazzina di caffè al giorno, sia una scelta che è dettata dalla non conoscenza dei contenuti di una polizza assicurativa adeguata, oppure dalla sopravvalutazione errata dei costi.

CONCLUSIONI

Riteniamo che occorre una migliore conoscenza dei contenuti delle polizze assicurative che proteggono la nostra salute, la nostra attività lavorativa, le nostre proprietà.
L’approfondimento di questi contenuti ci renderà consapevoli che il ricorso a queste garanzie è economicamente alla nostra portata, rendendo liberi nel contempo i nostri risparmi (magari accumulati proprio per far fronte a questi imprevisti) per investirli in altro modo.
SICURA Assicurazione ha – tra propri punti di forza – consulenti specializzati per analizzare le esigenze specifiche di ogni Cliente e per proporre le soluzioni su misura più adeguate.